<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=1126676760698405&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Start-up per l’innovazione

Start-up per l'innovazione
Snaminnova, l’iniziativa di Snam che gode del sostegno di Cariplo Factory, si muove su tre binari: sviluppo di progetti ideati da una rosa di startup selezionate, realizzazione di una community interna all’azienda sensibilizzata ai temi dello sviluppo sostenibile, realizzazione di una «centrale» per l’elaborazione di idee focalizzate sulla “neutralità carbonica”

Start-up per l’innovazione.

Snam, la società di infrastrutture energetiche attiva già dai primi anni Quaranta, ha lancia il programma di Open Innovation Snaminnova, che si svilupperà in un piano pluriennale. Scopo: rafforzare la capacità innovativa dell’azienda, con particolare attenzione alla transizione energetica e a quella digitale.

Start-up per l’innovazione: la collaborazione Snam-Cariplo Factory

L’iniziativa, che gode del sostegno di Cariplo Factory, si muove su tre diversi fronti: da una parte, si lavorerà allo sviluppo di progetti ideati e proposti da una rosa di startup selezionate. Contemporaneamente, si promuoverà la diffusione di una cultura dell’innovazione all’interno dell’azienda, attraverso la creazione di una community di Innovation ambassador.

Start-up per l’innovazione: la “Centrale delle idee”

Infine, verranno scelte idee innovative nate su input dei dipendenti Snam. Il progetto sosterrà la crescita di queste idee, attraverso un percorso strutturato, che è stato chiamato «Centrale delle idee». Questa sfida dedicata alle persone di Snam ha l’obiettivo di individuare e sviluppare nuove soluzioni innovative su diversi orizzonti tematici. La prima raccolta di idee si è, ad esempio esempio, focalizzata sul tema della neutralità carbonica, declinandosi in cinque ambiti di interesse: lo stile di vita delle persone, l’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili e decarbonizzate, la mobilità green, l’efficienza energetica degli edifici e la gestione e il riutilizzo degli scarti.

Start-up per l’innovazione: i pilastri dello sviluppo

«Snaminnova nasce dalla volontà di rendere l’innovazione un pilastro dello sviluppo strategico del nostro business – spiega Claudio Farina, executive vice president digital transformation & technology di Snam – Le nuove tecnologie digitali, sulle quali investiremo 500 milioni di euro entro il 2024, unite alle competenze delle nostre persone e alla sinergia con l’ecosistema delle startup, ci consentiranno di rendere Snam sempre più protagonista della transizione energetica. Questo programma si pone due obiettivi fondamentali: lo sviluppo di soluzioni innovative direttamente implementabili nei nostri business e la promozione della cultura dell’innovazione in ogni segmento delle nostre attività».

 

Start-up per l'innovazione
Claudio Farina

Start-up per l’innovazione: un cambiamento culturale

Coinvolta nel progetto anche Cariplo Factory. «Siamo davvero soddisfatti – aggiunge Enrico Noseda, chief innovation advisor di Cariplo Factory – di essere stati selezionati da una realtà del calibro di Snam per portare avanti questo progetto importante e particolarmente innovativo, che crediamo possa avere un impatto non solo sulla realtà aziendale ma nell’intero ecosistema del settore energetico. Il cambiamento culturale e la ricerca di nuove idee e startup innovative sono pilastri imprescindibili per essere competitivi in uno scenario in costante mutamento, in cui la disruption digitale ha imposto un cambio di ritmo e una mentalità nuova, basata sull’innovazione continua, driver strategico per ogni azienda solida nel prossimo futuro».

Start-up per l'innovazione
Enrico Noseda

Start-up per l’innovazione: il futuro dei progetti

Ma quali sono i progetti selezionati da Snam per aderire a questo percorso di crescita? Si tratta di startup che hanno proposto idee in grado di aumentare la qualità dell’interazione delle persone all’interno dell’azienda e che hanno anche saputo trovare strumenti innovativi per la loro crescita continua, il tutto in tre particolari aree di interesse. «Personalized Contents»: soluzioni digitali orientate al miglioramento e alla personalizzazione dei processi di apprendimento. «Learning»: soluzioni digitali dedicate a ottimizzare e innovare i tradizionali processi di learning e training aziendali, con piattaforme digitali basate su tecnologie innovative (realtà virtuale, intelligenza artificiale). «Engage & Reward»: soluzioni digitali per aumentare l’impegno dei dipendenti verso la costante necessità di formazione, studiando soluzioni innovative.
Le startup che sono state selezionate parteciperanno al «Selection Day» di settembre. In questo modo potranno accedere al programma di «Business Case» per sviluppare le proprie idee in un progetto pilota, con la divisione «Open Innovation» di Snam.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

css.php

Benvenuto!

Accedi al tuo account

Non sei ancora registrato?